Doorway to identity,

Fino al prossimo 15 marzo, nelle splendide mura del lussuoso e quattrocentesco Borghese Palace Art Hotel a Firenze, è ospitata la mostra “Doorway to identity” curata da Loretta di Tuccio e organizzata dal concept store romano Rossmut.

Il palazzo, arredato accostando atmosfere antiche, arredi di design e arte contemporanea è già di per sé un luogo di contaminazioni e, in quanto tale, si presenta perfetto per questa mostra che, doppia personale dei musicisti Brandon Boyd (frontman degli Incubus) e Marco Pisanelli/Seven Moods (batterista dei Tiromancino), gioca con musica, arte e design e rispecchia le loro dualità di artista e musicista.

Sono esposti lavori inediti di entrambi gli artisti che, con diverse tecniche e linguaggi, raccontano la loro identità e specificità in opere affascinanti ed evocative.

Brandon Boyd parte dalla natura e comunica attraverso il segno, Seven Moods parte dall’interiorità dell’inconscio e comunica attraverso il simbolo. Un accostamento per confronto ed opposizione che però scorre parallelamente nella comune storia di artista completo, fatto di musica e linguaggio grafico e detentore di una capacità comunicativa fatta di contaminazioni e intersezioni tra le diverse arti. È sullo stesso concetto di contaminazione che la galleria ospita anche la linea moda Technobohèmian by John Malkovich e le lampade di design realizzate appositamente per l’occasione da SOB Shaping Outside the Box.

Ispirate dall’opera di Seven Moods le lampade, presentate in anteprima, sono interamente realizzate in plexiglass, materiale distintivo dei laboratori SOB, e utilizzano immagini della mostra a creazione di oggetti d’arredo circonfusi di arte e atmosfere oniriche. Pensate appositamente per l’esposizione, sono però personalizzabili con qualsiasi tipo di immagine.16116_841413385892566_6334731872271079644_n

1 commento
  1. online sports
    online sports dice:

    My brother recommended I might like this website.
    He was entirely right. This post actually made my day.
    You cann’t imagine simply how much time I had spent for this information! Thanks!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *